Nessuna Universita' ti dira' mai, come far volare i pinguini.
   
  Linux Club Conversano (BA)
  24.Ago.2008 WUBI
 
WUBI


24.agosto.2008


Uno dei motivi, oltre la pigrizia, che fanno desistere un utente Windows dalla installazione di Ubuntu (o di un S.O. Linux qualsiasi), e' la necessita' di dover "partizionare" l'Hard Disk.
Per chi non lo sapesse, "creare una partizione" in un Hard Disk significa fare in modo che una parte (non usata) del proprio H.D., venga vista coma un secondo H.D. completamente indipendente dal primo.
In soldoni: ipotizzando di avere un H.D. "C:" di 80 GB, dopo un partizionamento potete avere l'H.D. "C:" che sara' di 50GB e un H.D. "D:" di 30GB (naturalmente sono solo dei valori di esempio).
Per fare questo in Windows e' necessario usare un programma di partizionamento: il piu' conosciuto in ambiente Windows e' Partition Magic.
Nell'ultima versione di Ubuntu, la 8.04 denominata Hardy Heron, e' stato introdotto un software chiamato WUBI,
http://wubi-installer.org/
che permette di "installare" (si avete letto bene) il S.O. Ubuntu come se fosse un qualsiasi programma di Windows.
I vantaggi:
1. Risparmio: non dover partizionare significa non avete la necessita' di installare alcun software (magari dovendolo comprare per non avere software illegale)
2. Sicurezza: non dover partizionare significa anche non modificare la struttura logica del proprio H.D. e, di fatto, si azzera il pericolo di perdita di dati dell'ambiente Windows
3. Discrezione: mantiene tutti i file in una sola cartella di Windows e, in caso di ripristino, sara' sufficiente utilizzare la comunissima procedura "Uninstall" e magicamente Ubuntu sparira'.
4. Gratuito: non richiede registrazioni e non ha costi.
5. Funzionale: per Ubuntu il fatto di essere in uno spazio Windows sara' completamente ininfluente.

Quindi, questo non e' piu' un compromesso come si faceva in passato quando avevate usato le distro come Knoppix o la stessa Ubuntu in modalita' LIVE; questo e' gia' l'ambiente Ubuntu completamente funzionante.

Ci sono degli svantaggi? Beh' piu' che "svantaggi", li definirei dei "limiti":
1. e' utilizzabile in Sistemi S.O. Windows 98, 2000, XP, Vista: quindi e' escluso il Windows ME.
2. ha una minima (quasi nulla) riduzione delle prestazioni quando si usa l'H.D.: certamente una installazione classica offre il massimo, ma a confronto con l'utilizzo in modalita' LIVE e' indubbiamente molto (ma molto) meglio.

Per utilizzare Wubi, avete 2 modi per farlo: o scaricate il programma dal link citato o piu' semplicemente inserire il CD di Ubuntu Hardy mentre Windows e' in esecuzione (bella la vita, eh?).

Se poi un domani, soddisfatti di tanta grazia, voleste "upgradare" la vostra installazione Ubuntu fatta con Wubi in una classica installazione di Ubuntu su partizione "reale" dedicata, pur mantenendo le configurazioni fino ad allora create, e' possibile farlo utilizzando LVPM:
http://lubi.sourceforge.net/lvpm.html


Vincenzo
 
  Totale 121444 visitatori (310238 hits) qui!  
 
=> Vuoi anche tu una pagina web gratis? Clicca qui! <=