Nessuna Universita' ti dira' mai, come far volare i pinguini.
   
  Linux Club Conversano (BA)
  26.dic.2010 Stallman-SoftwareLibero
 
L'importanza del Software Libero

26.dicembre.2010

Come e' mia abitudine, quando riporto delle nozioni inserisco sempre la data in cui scrivo, il link della fonte da dove attingo le informazioni ed eventualmente alcuni estratti virgolettati; gli estratti sono necessariamente incompleti e i puntini "..." indicano alcune parti non riportate.
Invito i lettori a tenerne conto.



Il 20.dicembre.2010, Stallman era a Bari.

Di cosa si e' parlato tra Stallman e Vendola?
Essenzialmente di cosa si intende per Software Libero(¹) e perche' e' importante nella Pubblica Amministrazione (P.A.) .
Poi, naturalmente, del perche' il protocollo con la Microsoft ha suscitato forti perplessita' nella comunita' del software Libero.
Essendo presente solo nella successiva conferenza stampa, attendo, come tutti, un resoconto in merito.

(¹) Stallman dice di usare sempre il termine "Software Libero" e non "Free Software" perche' la parola "Free" in Italia induce a pensare che e' gratis e cio' non e' sempre vero. Questo concetto e' importante perche' poi si generano luoghi comuni (in gente "comune") come : "Con il software libero non ci si guadagna il pane"

Per comprendere meglio il motivo dell'incontro e' utile leggere alcune fondamentali definizioni:

_1_ Linux:
http://it.wikipedia.org/wiki/GNU/Linux

"Linux (o GNU/Linux) è un sistema operativo libero di tipo Unix (o unix-like) costituito dall'integrazione del kernel Linux con elementi del sistema GNU e di altro software sviluppato e distribuito con licenza GNU GPL o con altre licenze libere. Linux, in realtà, è il nome del kernel sviluppato da Linus Torvalds a partire dal 1991 che, integrato con i componenti già realizzati dal progetto GNU (compilatore gcc, libreria Glibc e altre utility) e da software di altri progetti, è stato utilizzato come base per la realizzazione dei sistemi operativi open source e delle distribuzioni che vengono normalmente identificate con lo stesso nome.
Secondo Richard Stallman, fondatore del progetto GNU, e secondo la Free Software Foundation, la dicitura Linux (senza prefisso "GNU/") per l'intero sistema operativo sarebbe erronea, in quanto il nome Linux è attribuibile al solo kernel e il sistema, strutturato a partire dai componenti dell'originale progetto GNU, dovrebbe più propriamente chiamarsi GNU/Linux. Secondo altri e secondo l'uso della maggior parte degli utenti e degli sviluppatori e delle società coinvolti nello sviluppo del sistema operativo e del software ad esso collegato, il nome Linux è ormai divenuto sinonimo di sistema "Linux based", cioè di sistema basato sul kernel Linux. ..."

_2_ Software Libero:
http://it.wikipedia.org/wiki/Software_libero
vedi anche:
http://www.gnu.org/philosophy/free-sw.it.html

"Il software libero è software pubblicato con una licenza che permette a chiunque di utilizzarlo e che ne incoraggia lo studio, le modifiche e la redistribuzione; per le sue caratteristiche, si contrappone al software proprietario ed è differente dalla concezione open source, incentrandosi sulla libertà dell'utente e non solo sull'apertura del codice sorgente, che è comunque un pre-requisito del software libero."
...
"Le "quattro libertà": Secondo Richard Stallman e la Free Software Foundation da lui fondata, un software si può definire libero solo se garantisce quattro "libertà fondamentali":
   1. Libertà 0  Libertà di eseguire il programma per qualsiasi scopo.
   2. Libertà 1  Libertà di studiare il programma e modificarlo.
   3. Libertà 2  Libertà di ridistribuire copie del programma in modo da aiutare il prossimo.
   4. Libertà 3  Libertà di migliorare il programma e di distribuirne pubblicamente i miglioramenti, in modo tale che tutta la comunità ne tragga beneficio.
Un programma è software libero se l'utente ha tutte queste libertà. In particolare, se è libero di ridistribuire copie, con o senza modifiche, gratis o addebitando delle spese di distribuzione a chiunque ed ovunque. Essere liberi di fare queste cose significa (tra l'altro) che non bisogna chiedere o pagare nessun permesso.
"

_3_ OpenSource:
http://it.wikipedia.org/wiki/Open_Source_Definition
vedi anche:
http://www.opensource.org/

"Versione 1.9 ...
Open source non significa semplicemente libero accesso al codice sorgente di un programma. La licenza di un software, per potersi considerare open-source, deve soddisfare i seguenti criteri:
1. Libera redistribuzione ...
2. Codice sorgente ...
3. Prodotti derivati ...
4. Integrità del codice sorgente originale ...
5. Discriminazione contro persone o gruppi ...
6. Discriminazione per campo d'applicazione ...
7. Distribuzione della licenza ...
8. Specificità ad un prodotto ...
9. Vincoli su altro software ...
10. Neutralità rispetto alle tecnologie ...
"

_4_ Closed source o Software Proprietario:
http://it.wikipedia.org/wiki/Closed_source

"... si indica quel software che ha restrizioni sul suo utilizzo, sulla sua modifica, riproduzione o ridistribuzione, solitamente imposti da un proprietario. Queste restrizioni vengono ottenute tramite mezzi tecnici o legali. ..."

_5_ Differenza tra Software Libero e Opensource:
http://it.wikipedia.org/wiki/Differenza_tra_software_libero_e_open_source
dove trovate il link dell'analisi fatta da AsSoLi:
http://softwarelibero.it/documentazione/softwarelibero.shtml
e da quest'ultimo, c'e' il link ad un utile PDF (vers.pieghevole):
http://fly.isti.cnr.it/sl/softwarelibero.pdf

"I termini Software Libero e Open Source vengono usati per indicare quella che è sostanzialmente la stessa cosa, ma da punti di vista nettamente diversi.
Il primo, nato agli inizi degli anni ottanta, indica software la cui licenza soddisfa una definizione in quattro punti prevalentemente basata su concetti etici, quali la possibilità di studiare, di aiutare il prossimo, di favorire la comunità; il secondo, nato alla fine degli anni novanta si riferisce alla Open Source Definition, a sua volta derivata dalle Debian Free Software Guidelines, ovvero una serie di 10 punti pratici che definiscono quali criteri legali debba soddisfare una licenza per essere considerata effettivamente libera, ovvero, con il nuovo termine, open source. ...
"

_6_ Differenza tra Software Libero e Opensource (scritto dallo stesso Stallman):
http://www.gnu.org/philosophy/open-source-misses-the-point.it.html

"... Quasi tutto il software open source è software libero; i due termini descrivono all'incirca la stessa categoria di software. Ma si basano su valori fondamentalmente diversi. L'open source è una metodologia di sviluppo; il software libero è un movimento sociale. Per il movimento per il software libero, il software libero è un imperativo etico, perché soltanto il software libero rispetta la libertà degli utenti. Al contrario la filosofia dell'open source pensa a come "migliorare" il software soltanto da un punto di vista pratico. Dice che il software non libero è una soluzione non ottimale. Per il movimento per il software libero, tuttavia, il software non libero è un problema sociale e la soluzione è passare al software libero. ..."

_7_ Licenza GNU GPL
http://www.gnu.org/licenses/license-list.it.html#GNUGPL
.
http://www.gnu.org/licenses/gpl-faq.it.html#WhyUseGPL


==========================================================
Ed infine riporto l'articolo integrale pubblicato online il 21 dicembre 2010.

http://corrieredelmezzogiorno.corriere.it/.../21-dicembre-2010/...
-----------------------------------------------------
Software libero, a gennaio stati generali
Dopo le proteste per l'accordo Regione-Microsoft
il governatore ha visto il «guru» Richard Stallman
Stallman e Vendola

Stallman e Vendola

BARI - La Regione Puglia organizzerà entro la fine di gennaio gli stati generali del software libero e ha chiesto la collaborazione della Free Software Foundation per il disegno di legge regionale sull’argomento. Sono questi i due risultati dell’incontro che il presidente Nichi Vendola ha tenuto ieri pomeriggio, nel suo studio nel palazzo della Regione sul lungomare di Bari, con Richard Stallman, l’americano fondatore negli anni Ottanta del progetto Gnu (il primo sistema operativo «libero») e della Free Software Foundation. In questa maniera, Vendola ha anche risposto a chi contestava il protocollo d’intesa firmato dalla Regione con Microsoft Italia, l’«avversaria» principale dei sostenitori dei programmi liberi. Capiamoci, prima di continuare: di cosa stiamo parlando? Il software libero è un programma «a sorgente aperta», ossia i cui codici sono a disposizione di tutti. I principali programmi Microsoft, invece, sono «a sorgente chiusa».

A spiegare la differenza è stato ieri - in inglese - lo stesso Stallman: «Il software libero è quello che rispetta le vostre libertà. Se un programma non è libero, è colonizzazione digitale e lascia gli utenti divisi e impotenti, perché viene loro proibito di distribuire copie e di accedere al codice sorgente. In questa maniera non possono cambiare i programmi e non possono verificare cosa fa veramente il programma. Con i software ci sono solo due possibilità: o gli utenti controllano il programma o il programma controlla gli utenti» Stallman era arrivato in Puglia per «sgridare» Vendola per l’accordo firmato lo scorso 24 novembre, che prevede una collaborazione (gratuita) di due anni tra la Regione Puglia e Microsoft Italia per «promuovere l’innovazione e l’eccellenza».

La decisione era stata critica dai sostenitori dei programmi a sorgente aperta. Nei giorni successivi Vendola ha difeso la scelta e ha anche annunciato un imminente disegno di legge regionale sull’adozione di software libero nelle istituzioni. Ha detto ieri il governatore: «Mentre lavoravamo con impegno a studiare quello che anche altri territori hanno fatto per promuovere il software libero, nel nome della nostra neutralità nei confronti della tecnologia, abbiamo sottoscritto un protocollo con Microsoft. E questo ha suscitato una certa inquietudine e un certo stupore. Poiché io sono molto curioso, ho voluto fare un approfondimento con alcuni dei protagonisti più importanti della battaglia per il software libero. Ed è stato molto importante per me imparare le cose che ho imparato oggi».

Vendola ha anche definito l’incontro «un corso accelerato di alfabetizzazione non tecnologica ma politica». La Puglia, comunque, procede sui due fronti, confermando la propria neutralità: sia con il protocollo di Microsoft sia con la promozione di programmi a sorgente aperta. Stallman, 57 anni, impegnato in una serie di conferenze in Italia, ha incontrato prima di Vendola anche alcuni appassionati e i membri dei Linux User Group (Lug, associazioni che promuovono l’utilizzo di Linux, sistema operativo a sorgente aperta) di Bari, Lecce e Conversano. «Lo abbiamo fatto venire qui spese nostre», spiega Giuseppe Barile, presidente di Lug Bari.

Stallman, capelli lunghi e polo a maniche corte anche in strada nonostante l’inverno, era accompagnato da un gruppo di collaboratori, informatici vecchio stampo, per esempio con maglietta e barba lunga, quindi antitetici anche nel look rispetto ai rappresentanti di Microsoft e ai guru del Web della nuova generazione come i fondatori di Google e Facebook. L’incontro, dunque, ha posto le basi per la ri-scrittura del disegno di legge regionale sul software libero. ««Ma i nostri dubbi sul protocollo con Microsoft rimangono tutti » spiega Domenico De Santis, responsabile organizzativo regionale del Pd, che ha protestato contro l’accordo e sta lavorando a una proposta di legge alternativa sul software libero.

Ludovico Fontana
21 dicembre 2010

-----------------------------------------------------



Vincenzo

 
  Totale 119612 visitatori (306222 hits) qui!  
 
=> Vuoi anche tu una pagina web gratis? Clicca qui! <=